Intervista a Francesco Mastinu

Sardo, classe 1980, Francesco ha finalmente realizzato un grande sogno: sposare il suo compagno. Questo suo grande amore e l’interesse verso il tema M/M si esprimono nelle numerose opere finora pubblicate, con grande apprezzamento da parte del pubblico. Leggi l’intervista.

Ciao Francesco, sei un autore molto prolifico: com’è iniziata la tua carriera?

Buongiorno a voi 🙂

A livello di scrittura ho iniziato durante l’adolescenza prima con i testi poetici e poi a buttar giù testi prosa. Sentivo dentro il bisogno di raccontare qualcosa all’esterno, anche se tutte le produzioni sono sempre rimaste rinchiuse dentro i miei quaderni e/o nei diari (e meno male!)

Solo da adulto, una volta scritti un po’ di testi, ho iniziato a confrontarmi con “il mondo di fuori” e a imparare la tecnica, o perlomeno come incanalare il desiderio di scrivere in una forma meno ingenua. Il primo contratto editoriale l’ho firmato nel 2012 e da allora, devo confessare, è stato un percorso che oltre a essere stimolante è andato in crescita anno dopo anno.

Nella vita di tutti i giorni di cosa ti occupi? E come riesci a coniugare i vari impegni con l’attività di scrittore?

Faccio il semplice impiegato pubblico, lavoro che mi assorbe abbastanza. In effetti coniugare gli impegni di lavore, la vita familiare e sociale non è esattamente facile, ma ci sono momenti in cui la scrittura prende il sopravvento, altri invece in cui ho bisogno di affrancarmene.

Solitamente scrivo di notte e nei week end, se sono preda dell’ispirazione, negli altri momenti è impossibile per me riuscirci.

In “Tienimi con te – La nostra storia si è fatta musica” parli di un amore tra maschi. Una passione che ben conosci e che finalmente sei riuscito a coronare con il matrimonio. Quanto è stato bello sancire il vostro rapporto e quali emozioni hai provato, che secondo te meritano di essere raccontate?

Diciamo che è un evento che per quanto mi riguarda ho atteso da tutta una vita. Non si tratta solo dell’aspetto romantico, ma anche di quello normativo, che ha a che fare con la quotidianità, anche per fare le cose più semplici quando due persone si amano e hanno in mente un progetto di vita in comune. Di amore gay e di diritti mancati o concessi tardivamente ne ho parlato in tutti i miei racconti, nel bene o nel male, perché ritenevo fosse giusto parlarne e sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema.

Beh, rispetto alle emozioni che ho provato il giorno del nostro matrimonio, vi lascio immaginare. Ce le ho chiare, nitide… ma è anche difficile riuscire a spiegarle.

Sappiamo che hai avuto importanti riconoscimenti letterari, come il secondo posto alla terza edizione del Premio Letterario Mondoscrittura – Città di Ciampino. Puoi dirci qualcosa di quel momento?

È stato un momento emozionante senza dubbio, sia perché Polvere è uno dei primi romanzi che avevo scritto, sia perché è infinitamente bello vedersi riconoscere qualcosa per una storia che parla di amore tra uomini, in tempi in cui tutta la letteratura LGBT era ancora considerata di nicchia. Spero solo di poter rivivere ancora momenti del genere.

Come sei entrato in contatto con Triskell Edizioni e quali opportunità hai trovato in questa casa editrice?

Questa vi farà sorridere ma vi giuro che è tutto vero. Conobbi Triskell al momento del loro esordio nel campo editoriale, tanto che partecipai alla loro prima antologia di racconti gratuiti con un testo che parlava d’amore tra uomini di stampo romance. Fu una bella sperimentazione per uno come me che di solito tratta più gli aspetti drammatici delle storie che quelli romantici.

Per tutti questi anni ho seguito con discrezione la crescita di questo editore e avevo sempre in mente di sperimentare la scrittura di un romanzo romance proprio per poter tentare di pubblicare con loro. E in effetti Tienimi con te è stato proprio scritto con l’idea di proporlo a Triskell… e contro ogni aspettativa mi è andata bene!

C’è qualche progetto futuro di cui vuoi parlarci?

In questo momento sono in fase di pausa dalla scrittura e mi sto concentrando su altri aspetti del mio vivere. Ho ancora dei testi nel cassetto, che ho scritto gli anni passati e sui quali voglio lavorare con calma. Per il resto, sono in un periodo particolare in cui devo riprendere in mano la mia vita, e la scrittura per il momento è passata in secondo piano.

Scopri di più su Francesco Mastinu dalle pagine del suo blog e scarica la versione digitale di “Tienimi con te – La nostra storia si è fatta musica”!

Lascia un commento

Loading...
X