Skip to content Skip to footer

8 – The Play, dello sceneggiatore premio Oscar Dustin Lance Black, approda alla collana Reserve

8 – The Play, dello sceneggiatore premio Oscar Dustin Lance Black, approda alla collana Reserve

 

Quando abbiamo creato la collana Reserve la nostra idea era quella di sperimentare, cimentandoci con testi diversi – per forma e contenuti – da quelli delle nostre collane storiche, Romance e Rainbow.

Ed è stato tenendo a mente questo obiettivo che abbiamo scelto di portare in Italia una sceneggiatura teatrale rappresentata per la prima volta a New York nel 2011 e successivamente a Los Angeles. Un testo importante perché racconta un passaggio fondamentale nella lotta per i diritti civili delle coppie omosessuali, ovvero il lungo processo culminato il 26 giugno del 2015 in una sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti che riconosceva le unioni delle coppie gay e lesbiche in tutti e cinquanta gli Stati dell’Unione, dichiarando incostituzionale la Proposition 8, il referendum tenutosi nel 2008 in California che aveva limitato l’accesso al matrimonio solo alle coppie eterosessuali.

La nostra speranza è che il lavoro di Dustin Lance Black – sceneggiatore di film come J. Edgar, di Clint Eastwod e Milk, di Gus Van Sant che a soli trent’anni gli è valso il premio Oscar, e di serie televisive acclamate alla critica come When we rise, in questi giorni in programmazione su Sky – riceva l’accoglienza che merita; perché è grazie all’impegno politico e alle lotte civili raccontate in opere come questa che tante persone hanno potuto avere anche nella vita reale l’happy end da noi tanto agognato quando ci immergiamo nella lettura dei nostri romance.

 

Il cast della rappresentazione teatrale tenutasi il 3 marzo del 2012 al Wilshire Ebell Theatre di Los Angeles per la regia di Rob Rainer. La pièce è stata trasmessa in mondovisione su You Tube, consentendo la raccolta di oltre due milioni di dollari, poi devoluti all’AFER, l’American Foundation for Equal Right.

Tra gli interpreti: George Clooney, Brad Pitt, Martin Sheeen, Kevin Bacon, Matt Bomer e Jamie Lee Curtis.

Dire che lavorare su questo testo sarà per noi un onore è riduttivo.

Aggiungiamo solo un ringraziamento sentito a Dustin Lance Black e al suo staff per la cortesia, la collaborazione e l’entusiasmo.

 

Leave a comment